MOVE

MOVE

Domenica
08:24:01
Aprile
10 2022

È iniziata la settima edizione di Milano da leggere

dieci nuovi ebook da scaricare gratuitamente, dal 4 aprile la nuova rassegna dedicata alla storia di Milano, download dal sito

View 1.2K

word 1.1K read time 5 minutes, 21 Seconds

Milano – Riparte per la sua settima edizione "Milano da leggere", l'iniziativa ideata dalle Biblioteche del Comune di Milano per promuovere la lettura tramite l'offerta di una selezione di libri digitali scaricabili gratuitamente dal sito www.comune.milano.it/milanodaleggere.

Quest'anno la rassegna trova il proprio focus nella Storia e offrirà un romanzo al mese per viaggiare nel tempo, tra le vicende che hanno attraversato la nostra città nei secoli, dal Medioevo al Novecento.

I Visconti e gli Sforza, gli anni della peste di manzoniana memoria, Milano capitale del Regno napoleonico e le Cinque giornate, la Belle époque, il Futurismo, la Grande guerra e l'epilogo dell'Era fascista in dieci romanzi di ambientazione storica da scaricare gratuitamente dal web o tramite QR code.

Ancora una volta i dieci titoli saranno disponibili grazie alla partecipazione di autori ed editori che hanno concesso gratuitamente le loro opere. Il download sarà possibile anche dai manifesti e dagli schermi in giro per la città e, grazie ad ATM, che si riconferma partner tecnico dell'iniziativa, "Milano da leggere" sarà diffusa anche sulla rete della metropolitana e dei mezzi di superficie.

Pur nella sostanziale continuità con il passato, l'edizione 2022 segna un'importante novità: le opere usciranno a distanza di circa un mese l'una dall'altra, così da dare maggior respiro alla campagna e al tempo da dedicare alla lettura. Dopo la prima uscita di lunedì 4 aprile, gli ebook saranno infatti pubblicati ogni tre settimane e ogni ebook resterà disponibile per 30 giorni, "passando il testimone" al successivo, in una staffetta di lettura che ci accompagnerà fino a dicembre.

Saliamo allora su questa "macchina del tempo" per rivivere le epoche passate della nostra città, assaporarne le atmosfere, conoscerne la mentalità, gli usi e i costumi.

L'età del Medioevo e del Rinascimento, gli anni del Ducato di Milano, dei Visconti prima e degli Sforza poi, sono rappresentati nei romanzi di Cristina Fantini ("Nel nome della pietra", Piemme 2020), Daniela Piazza ("Il tempio della luce", Rizzoli 2012) e Daniela Pizzagalli ("La signora di Milano. Vita e passioni di Bianca Maria Visconti", BUR 2009). I primi due romanzi ruotano intorno a una delle più grandi imprese che la nostra storia ricordi: l'edificazione del Duomo, dalla nascita della Veneranda Fabbrica su impulso di Gian Galeazzo Visconti, che vedeva nella cattedrale un simbolo della propria grandezza, al cantiere ancora in fermento circa sessant'anni dopo, quando Filippo Maria Visconti muore lasciando il Ducato senza eredi e il potere passa agli Sforza. Il terzo romanzo è una biografia storica, che inserisce la spiccata personalità dell'ultima erede dei Visconti, Bianca Maria, moglie di Francesco Sforza, in una fedele ricostruzione della Milano rinascimentale.

Con "Miserere" di Marina Marazza (Solferino 2020) facciamo un salto temporale negli anni della dominazione spagnola e della peste che infuria in città. Sullo sfondo di una Milano dal sapore manzoniano, il romanzo ambienta le vicende della figlia della relazione proibita tra Virginia de Leyva, la Monaca di Monza, e Giovan Paolo Osio.

Ancora un salto e Milano è capitale del breve Regno d'Italia, Napoleone re. "La riviera di Milano" di Tito Livraghi (Meravigli 2015) ne racconta miserie e splendori: la Scala, i salotti dei nobili e, a Crescenzago, il Naviglio Martesana, con la sua bella riviera, ma anche la povertà e la spedizione dei giovani lombardi con le truppe napoleoniche nell'inferno della campagna di Russia.

Dopo la Restaurazione, Milano torna sotto la dominazione austriaca, contro la quale insorge nel 1848. Le barricate delle Cinque Giornate riecheggiano nei romanzi "Aprire il fuoco" di Luciano Bianciardi (pubblicato nella raccolta "Il cattivo profeta", Il Saggiatore 2018) e "Una storia romantica" di Antonio Scurati (Bompiani 2007). Se quest'ultimo ricostruisce la vicenda a partire dal 1885, con la tecnica del flashback, e vi innesta la storia d'amore tra la Aspasia, musa dell'insurrezione, e il patriota aristocratico Jacopo, Bianciardi sovrappone l'età risorgimentale all'attualità degli anni Sessanta, in una commistione di passato e presente, personaggi storici e contemporanei, che valse al romanzo il titolo di "ucronico".

Qualche decennio più tardi, la Belle époque segna un periodo di pace e relativa prosperità. Sono questi gli anni in cui si snoda la storia narrata da "Il velocifero" di Luigi Santucci (Mondadori 2018): una saga famigliare che, con gustosi inserti in dialetto, si dipana tra il centro di Milano e la campagna che iniziava poco oltre corso Lodi, in un racconto a cavallo tra Ottocento e Novecento, fino alla tragedia della Prima guerra mondiale.

La Grande guerra è il tema di fondo del romanzo di Gianni Biondillo, "Come sugli alberi le foglie" (Guanda 2016), che la racconta con lo sguardo di un gruppo di giovani artisti e intellettuali avanguardisti, usciti dall'Accademia di Brera. Sedotti dal Futurismo, interventisti convinti, quella guerra la sostennero e la combatterono, anche a prezzo della loro vita.

Di guerra in guerra, con "Notti e nebbie" di Carlo Castellaneta (Interlinea 2018) ci immergiamo nel 1944-45: Milano è occupata dai nazisti, governata dai fascisti della Repubblica sociale italiana e la Resistenza si rafforza ogni giorno di più. Il romanzo narra questo tragico periodo con la voce di un capo della polizia politica che aveva scelto il regime.

Sarà "Il velocifero" ad aprire "Milano da leggere", seguito da "Come sugli alberi le foglie", proposti rispettivamente il 4 e 27 aprile, per proseguire secondo un calendario di uscite che sarà reso noto sul sito www.comune.milano.it/milanodaleggere.

Si ringrazia la Pinacoteca di Brera per avere autorizzato l'uso dell'immagine di Alessandro Manzoni dal ritratto di Francesco Hayez.

EDIZIONE 2022: MILANO, UNA STORIA DA LEGGERE

Alla settima edizione, trova il suo centro nella Storia la rassegna ideata dalle biblioteche per promuovere la lettura con l'offerta di ebook gratuiti messi a disposizione da autori ed editori.

Dieci romanzi storici ci faranno viaggiare avanti e indietro nel tempo, tra le vicende che hanno attraversato la nostra città nei secoli, dal Medioevo al Novecento: dai Visconti agli Sforza, dagli anni della peste di manzoniana memoria a Milano capitale del Regno napoleonico e poi ancora le Cinque Giornate, la Belle Époque, il Futurismo, la Grande Guerra e gli ultimi anni del regime fascista.

A partire dall'avvio, lunedì 4 aprile con Il velocifero di Luigi Santucci, gli ebook saranno pubblicati a distanza di tre settimane l'uno dall'altro e ogni ebook resterà disponibile al download gratuito per 30 giorni, “passando il testimone” al successivo, in una staffetta di lettura che ci accompagnerà fino a dicembre.

Prossima uscita: mercoledì 27 aprile, Come sugli alberi le foglie di Gianni Biondillo (Guanda)

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / È inizi...a leggere
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab