Mercoledì
02:57:57
Aprile
13 2022

Ucraina: i paesi dell'UE riceveranno 3,5 miliardi di EUR di prefinanziamento supplementare per l'accoglienza dei rifugiati

View 1.5K

word 736 read time 3 minutes, 40 Seconds

Per facilitare l'accoglienza dei rifugiati provenienti dall'Ucraina a seguito dell'aggressione russa, il Consiglio ha adottato oggi un atto legislativo che consente agli Stati membri di ricevere quest'anno un totale di 3,5 miliardi di EUR supplementari in funzione del numero di rifugiati ospitati provenienti da tale paese.

L'atto introduce modifiche volte ad aumentare il prefinanziamento dell'iniziativa di assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d'Europa REACT-EU, uno dei programmi post-pandemia più importanti per rafforzare i fondi della politica di coesione e il Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD).

Concretamente il prefinanziamento che sarà versato nel 2022 a titolo di REACT-EU sarà aumentato dall'11% al 15% per tutti gli Stati membri e dall'11% al 45% per i paesi dell'UE in cui il numero di rifugiati provenienti dall'Ucraina superava l'1% della rispettiva popolazione alla fine del primo mese successivo all'invasione russa.

Inoltre, l'atto introduce la possibilità di un costo unitario per persona per semplificare la mobilitazione dei fondi, il che consente di rispondere più efficacemente alle esigenze essenziali degli sfollati ucraini e di fornire loro un'assistenza di base.

Tali modifiche mirano ad ridurre l'onere che grava sui bilanci pubblici degli Stati membri affinché questi ultimi possano gestire meglio questo afflusso di rifugiati.

#Ucraina: il Consiglio approva l'erogazione immediata di 3,5 miliardi di EUR ai paesi dell'UE che accolgono rifugiati

Nell'ambito degli sforzi volti a sostenere l'Ucraina in seguito all'invasione della Russia, gli ambasciatori presso l'UE hanno approvato oggi una proposta che consente agli Stati membri l'accesso immediato a maggiori finanziamenti iniziali a titolo di REACT-EU (assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d'Europa) e rende più semplice soddisfare le necessità di base dei rifugiati provenienti dall'Ucraina e fornire loro sostegno.

Quest'anno sarà erogato un totale di 3,5 miliardi di EUR come aumento del prefinanziamento iniziale a titolo di REACT-EU, uno dei principali programmi post-pandemia volto a rafforzare i fondi della politica di coesione e il Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD).

La quota più elevata sarà versata agli Stati membri che registrano un maggior numero di arrivi, sia come paesi di transito che come paesi di destinazione finale.

La proposta consente di ridurre l'onere sui bilanci pubblici degli Stati membri affinché possano gestire l'afflusso di rifugiati provenienti dall'Ucraina.

A tal fine, il prefinanziamento della quota per il 2021 a titolo di REACT-EU sarà aumentato dall'11% al 15% per tutti gli Stati membri e al 45% per i paesi dell'UE in cui l'afflusso di rifugiati dall'Ucraina superava l'1% della rispettiva popolazione alla fine del primo mese successivo all'invasione russa.

I paesi che riceveranno un prefinanziamento del 45% sono l'Ungheria, la Polonia, la Romania e la Slovacchia, che hanno frontiere comuni con l'Ucraina, nonché l'Austria, la Bulgaria, la Cechia, l'Estonia e la Lituania, che al 23 marzo 2022 avevano accolto un numero di sfollati superiore all'1% della rispettiva popolazione.

La proposta introduce inoltre l'opzione di un costo unitario per persona, il che facilita e velocizza l'attuazione dei fondi.

In particolare, il costo unitario faciliterà il finanziamento delle necessità di base e del sostegno alle persone provenienti dall'Ucraina che ricevono protezione temporanea dall'UE o un'altra protezione adeguata prevista dal diritto nazionale.

Tale costo unitario è pari a 40 EUR per settimana e può essere utilizzato per la durata massima di 13 settimane a partire dalla data di arrivo della persona interessata nell'Unione europea.

Contesto e prossime tappe

Il 23 marzo la Commissione europea ha proposto modifiche legislative intese ad aumentare il prefinanziamento a titolo di REACT-EU. Dando seguito alle conclusioni del Consiglio europeo del 24 e 25 marzo, in cui è stata invitata a lavorare su nuove proposte "così da garantire la rapida mobilitazione di finanziamenti dell'UE a favore dei rifugiati e di chi li ospita", la Commissione ha modificato la sua proposta aggiungendo opzioni semplificate in materia di costi.

La proposta integra l'azione di coesione a favore dei rifugiati in Europa (CARE), che ha introdotto una maggiore flessibilità nell'attuazione dei finanziamenti dell'UE nonché la possibilità per gli Stati membri di utilizzare la quota per il 2022 a titolo di REACT-EU al fine di aiutare i rifugiati provenienti dall'Ucraina.

Il Parlamento europeo dovrebbe adottare l'attuale proposta secondo la procedura d'urgenza, il che consentirà al Consiglio di adottare l'atto legislativo in tempi brevi, in modo che possa entrare in vigore a metà aprile.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Ucraina:...rifugiati